Notaio Gianluca Cesare Platania - Bergamo
Documenti necessari – Successione

Documenti necessari – Successione

Si invita sempre la clientela interessata a chiamare o recarsi presso lo studio di Bergamo (contatti) per ricevere gratuitamente un primo e corretto inquadramento dell’operazione programmata (non solo civile ma anche fiscale): il notaio, sulla base delle informazioni ricevute e visione dell’eventuale documentazione già prodotta (anche per mail), indicherà quale documentazione sia nel concreto necessaria

SEMPRE

Certificato di morte in carta libera per uso successione da richiedere in Comune;

Fotocopia dei documenti di identità e dei codici fiscali del defunto e degli eredi e legatari (nell’ipotesi in cui il documento non recasse la residenza attuale comunicarla);

Estratto dell’atto di matrimonio del defunto (nell’ipotesi in cui il defunto fosse legalmente separato o divorziato portare copia del decreto di separazione o della sentenza di divorzio);

Stato di famiglia integrale del defunto in carta semplice per uso successione da richiedere in Comune.

 NEL CASO DI PRESENZA DI IMMOBILI (per ciascun immobile)

Schede catastali degli immobili caduti in successione (se non ne siete in possesso sarà lo studio a provvedere al loro reperimento); se gli immobili sono privi di rendita catastale si consiglia di richiedere la preventiva attribuzione della rendita catastale, allo scopo di evitare futuri accertamenti, anche in conguaglio;

Copia del titolo di provenienza (ovvero atto di acquisto da cui risulta la proprietà del defunto, come vendita, donazione, divisione, decreto giudiziale di trasferimento se acquistato all’asta, ecc.); se l’immobile è pervenuto per successione produrre copia della dichiarazione di successione; se la successione è regolata da un testamento, occorre anche copia del verbale di pubblicazione del testamento; se l’immobile è stato costruito dal defunto, deve essere prodotta copia del titolo di provenienza del suolo sul quale ha edificato. Nel caso in cui non siate in possesso di tali documenti sarà lo studio a provvedere al suo reperimento;

Per i terreni edificabili accertare tramite un tecnico di fiducia il loro valore commerciale al fine di evitare futuri accertamenti di valore da parte dell’Amministrazione Finanziaria.

NEL CASO DI PRESENZA DI CONTI CORRENTI, LIBRETTI DI RISPARMIO, TITOLI DEPOSITATI PRESSO BANCHE (azioni, obbligazioni, strumenti finanziari vari, ecc.)

Certificazione della Banca indicante i rapporti intestati al defunto (con indicazione dei relativi estremi e valori) alla data del decesso.

NEL CASO DI CREDITI (come arretrati, rimborsi IRPEF ecc.)

Nel caso di loro esistenza già accertata e quantificata, documento da cui risulta il credito, il relativo importo, nonchè gli estremi del debitore (per esempio l’ente che deve pagare).

 NEL CASO DI AZIENDE, QUOTE DI SNC, SAS, SRL

Visura camerale (in mancanza sarà lo studio a provvedere al suo reperimento);

 Situazione patrimoniale redatta (dal commercialista) con riferimento alla data di apertura della successione (ovvero la data della morte del defunto), e con indicazione del complessivo valore patrimoniale (al netto dell’avviamento, non più tassabile) e del valore percentuale della quota.

 NEL CASO DI NAVI, IMBARCAZIONI, AEROMOBILI

• Libretto di navigazione per le imbarcazioni;

• Certificato dei pubblici registri recante l’indicazione degli elementi di individuazione di navi ed aeromobili;

 Informarsi sul prezzo mediamente praticato sul mercato per beni della stessa anzianità.

 NEL CASO IL DEFUNTO ABBIA EFFETTUATO DONAZIONI IN VITA AGLI EREDI E/O LEGATARI (non rilevano eventuali donazioni fatte ad estranei)

 Copia degli atti di donazione.

NEL CASO IN CUI ALCUNO DEI CHIAMATI ABBIA RINUNCIATO ALL’EREDITA’

 Copia dell’atto di rinunzia.

INFORMAZIONI UTILI

PASSIVITA’ DEDUCIBILI

Gli eredi hanno diritto di detrarre dall’imposta di successione determinati debiti lasciati dal defunto, quali ad esempio: rate di mutuo, saldo di conto corrente negativo, cambiali, spese mediche e chirurgiche relative al defunto e sostenute negli ultimi sei mesi di vita (compresi i ricoveri, medicinali, protesi, ecc.), spese funerarie (deducibili quest’ultime in misura non superiore ad euro 1.032,91) N.B.: Si tenga presente peraltro che ciascun erede gode, in relazione al grado di parentela con il defunto, di una fascia di esenzione, la cd. franchigia, di modo che se il defunto lascia beni per un valore inferiore alla stessa è inutile portare tali passività in detrazione (così, ad esempio, in caso di trasferimento a ciascuno dei due figli ed al coniuge di valori inferiori ad 1 milione di euro ciascuno, non è dovuta alcuna imposta di successione, non rilevando pertanto eventuali detrazioni). Lo studio vi ragguaglierà sull’importo e misura di tali franchigie.

NEL CASO IN CUI AL DEFUNTO SPETTASSERO IN VITA DIRITTI DI USUFRUTTO

La riunione dell’usufrutto alla nuda proprietà (cd. consolidamento dell’usufrutto) non è soggetta ad imposte; in tal caso lo studio provvederà alla sola voltura catastale per la quale è necessario portare copia dell’atto di acquisto dell’usufrutto.

NEL CASO IN CUI IL DEFUNTO ABBIA LASCIATO TESTAMENTO, PRIMA DI PRESENTARE LA DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE OCCORRE PROCEDERE ALLA PUBBLICAZIONE DEL TESTAMENTO

In caso di testamento pubblico, bisogna rivolgersi al notaio che l’ha ricevuto o all’archivio notarile, se il notaio non esercita più nel distretto;

 In caso di testamento olografo (ovvero quello scritto a mano dal defunto) può essere pubblicato dal nostro studio notarile; per vedere la documentazione necessaria per procedere alla pubblicazione del testamento olografo vai alla sezione Documenti necessari per atti – Pubblicazione di testamento.

NEL CASO IN CUI VI SIANO EREDI MINORI OCCORRE PROCEDERE ALL’ACCETTAZIONE CON BENEFICIO DI INVENTARIO, PER QUALE SONO RICHIESTE LE SEGUENTI FORMALITA’

 Richiedere con ricorso al giudice tutelare l’autorizzazione per accettare l’eredità;

 Rendere con atto notarile la dichiarazione di accettare l’eredità con beneficio di inventario;

 Se del caso (nell’ipotesi in cui si voglia disporre di beni ereditari da parte del minore) redigere l’inventario e richiedere con ricorso al giudice tutelare l’autorizzazione per disporre.

NEL CASO IN CUI IL DEFUNTO ABBIA LASCIATO CASSETTE DI SICUREZZA

In tal caso prima di presentare la dichiarazione di successione occorre procede all’apertura della cassetta di sicurezza, allo scopo di redigerne con atto notarile l’inventario del contenuto ed inserirne il valore nella dichiarazione di successione. Se lo si è già fatto, portare copia del verbale di apertura della/e cassetta/e di sicurezza.

NEL CASO IN CUI IL DEFUNTO ABBIA LASCIATO AUTOMOBILI

Nel caso di autoveicoli intestati al defunto non devono essere inseriti nella dichiarazione di successione, ma bisogna fare l’intestazione al P.R.A. a nome degli eredi e/o legatari; a tal fine ci si può rivolgere ad un’agenzia automobilistica per l’intestazione agli eredi e/o legatari.

NEL CASO DI DENARO, CONTI CORRENTI, LIBRETTI DI RISPARMIO O ALTRI TITOLI DEPOSITATI IN BANCA

In tal caso per svincolare le somme la prassi bancaria richiede copia della dichiarazione di successione presentata e registrata, ovvero “Atto notorio” ovvero “Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio”. Informarsi al riguardo presso la banca.

AGEVOLAZIONE PRIMA CASA

 Su tutti gli immobili caduti in successione si paga l’imposta ipotecaria (per la trascrizione) pari al 2% e l’imposta catastale (per la voltura) pari all’1%, sui valori catastali. Tali imposte sono invece applicate in misura fissa (200,00 + 200,00) quando l’erede o, in caso di pluralità di eredi, almeno uno di essi, abbia i requisiti per procedere all’acquisto della prima casa (ovvero, la residenza nel Comune in cui si trova l’immobile o si obblighi a trasferirla entro 18 mesi; non abbia altre abitazioni nello stesso Comune; non abbia altre abitazioni acquistate con le agevolazioni della prima casa). In tal caso l’erede non può vendere prima dei 5 anni, altrimenti decade dal beneficio e deve corrispondere l’imposta risparmiata, una penale pari al 30% di tale imposta e gli interessi.

 Per inviare documenti clicca qui

 

Tel. 035 235001
Fax 035 235868

DA LUNEDI A VENERDI
8.30 – 12.30
14.30 – 18.30

BERGAMO
Via dei Partigiani 5

Info in evidenza

successione legittima testamentaria ereditaria - notaio Platania - Bergamo

Accettazione e rinuncia di eredità

    ACCETTAZIONE E RINUNCIA DI EREDITA’ LE RISPOSTE ALLE DOMANDE PIU’ RICORRENTI  1) Quando e dove si apre la successione? 2) Quanto tempo ho per […]

Agevolazioni fiscali 2014 prima casa - coltivatori diretti - separazione e divorzio - credito di imposta - notaio Platania - Bergamo

Agevolazioni fiscali 2014: prima casa, coltivatori diretti, trasferimenti in sede di separazione e divorzio…cosa cambia dal 1° gennaio 2014?

Agevolazioni fiscali: cosa cambia dal 1° gennaio 2014 L’articolo 10 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, (come modificato dall’articolo 26, comma 1, del decreto-legge 12 […]

Agevolazioni prima casa: tutte le informazioni riguardanti le agevolazioni prima casa, quali aliquote applicate, beni, diritti e contratti che ne possono usufruire, requisiti richiesti, termini, decadenze e sanzioni

Agevolazioni prima casa

Agevolazioni prima casa: tutte le informazioni riguardanti le agevolazioni prima casa, ovvero: 1) le aliquote agevolate; 2) atti e diritti ai quali si applicano le […]

calcolo-rendita-2016-notaio-bergamo

Calcolo rendita 2014

Tabelle per determinare il valore della rendita perpetua, vitalizia ed  tempo determinato – 2014 ATTENZIONE: A seguito del cambio del tasso di interesse legale, passato […]

Usufrutto 2014-notaio Platania-Bergamo

Calcolo usufrutto 2015

Calcolo usufrutto: tabelle per determinare il valore del diritto di usufrutto (abitazione o uso) vitalizio ed a tempo determinato – a far data dal 1° gennaio 2015 A seguito […]

notaio cessione area Comune Bergamo

Cessione gratuita di aree al Comune a scomputo di oneri di urbanizzazione

L’Agenzia delle Entrate con la Risoluzione n. 68/E del 3 luglio 2014 ha finalmente sgomberato i dubbi sulla persistenza delle agevolazioni disposte dall’articolo 32 del DPR […]

L’articolo 7 della Legge n. 448 del 23 dicembre 1998 prevede l’attribuzione di un credito d’imposta prima casa per le persone che hanno ceduto a qualsiasi titolo l’abitazione, a suo tempo acquistata con atto soggetto ad imposta di registro o ad Iva ed usufruendo delle agevolazioni prima casa, ed entro un anno dalla cessione acquistano a qualsiasi titolo un’altra abitazione per la quale richiedono le agevolazioni prima casa

Credito d’imposta prima casa

L’articolo 7 della Legge n. 448 del 23 dicembre 1998 prevede l’attribuzione di un credito d’imposta prima casa per le persone che hanno ceduto a qualsiasi […]

Contratto preliminare di compravendita

Il contratto preliminare di compravendita

1) Cos’è il contratto preliminare di compravendita o compromesso?  2) Ho firmato presso l’agenzia immobiliare una proposta di acquisto. Che differenza c’è con il contratto preliminare […]

notaio bergamo patto di famiglia

Patto di famiglia

PATTO DI FAMIGLIA – UNO STRUMENTO AGEVOLATO E SICURO PER IL PASSAGGIO GENERAZIONALE DELL’IMPRESA LE RISPOSTE ALLE DOMANDE PIU’ RICORRENTI 1) Cos’é? 2) A cosa […]

bergamo polizze vita notaio

Polizze vita di nuova generazione e passaggio generazionale

Polizze vita di nuova generazione e passaggio generazionale: così è più facile, economico e sicuro Quando si parla di passaggio generazionale e successione gli elementi […]

PROVENIENZA DONATIVA: Problemi e rimedi

Provenienza donativa: casi, problemi e possibili rimedi

1) Perché la provenienza donativa crea problemi nella circolazione immobiliare? Cosa bisogna sapere? Quali rischi si corrono?  2) Le provenienze donative sono tutte ugualmente problematiche […]

Ristrutturazione edilizia agevolazioni fiscali-notaio Platania - Bergamo

Ristrutturazione edilizia agevolazioni fiscali

Ristrutturazioni edilizia: le agevolazioni fiscali (Agenzia delle Entrate – Guida 2014) Ristrutturazione edilizia agevolazioni fiscali. Quali novità dal 2014? La Legge di Stabilità 2014 in tema di ristrutturazione […]

Rivalutazione terreni e partecipazioni 2014-notaio Platania-Bergamo

Rivalutazione terreni e partecipazioni 2014

 Rivalutazione di terreni e partecipazioni Legge di Stabilità 2014  ATTENZIONE: la cd. Legge di Stabilità 2015 – L. n. 190 del 23 dicembre 2014, art. 1, […]

Start up innovative Bergamo notaio studio notarile Platania

Start up innovative

Normativa, Requisiti, Pubblicità e durata delle Start up innovative  Start up innovative a vocazione sociale – Incubatori certificati Quadro normativo di riferimento delle Start up […]

successione legittima testamentaria ereditaria - notaio Platania - Bergamo

Successione legittima

SUCCESSIONE LEGITTIMA LE RISPOSTE ALLE DOMANDE PIU’ RICORRENTI 1) Cos’è la successione legittima? 2) Quando si apre la successione legittima? 3) Qual’è la differenza tra la […]

Successione testamentaria e legittimari

Successione testamentaria e legittimari

SUCCESSIONE TESTAMENTARIA E DIRITTI DEI LEGITTIMARI LE RISPOSTE ALLE DOMANDE PIU’ RICORRENTI 1) Che differenza c’è tra il testamento olografo ed il testamento pubblico? 2) Un […]

testamento internazionale-notaio Platania-Bergamo

Testamento internazionale

La L. 29 novembre 1990, n. 387 (entrata in vigore il 16 novembre 1991), ratificando la Convenzione di Washington del 26 ottobre 1973, ha introdotto […]

Usufrutto 2014-notaio Platania-Bergamo

Calcolo usufrutto 2014

Calcolo Usufrutto: tabelle per determinare il valore del diritto di usufrutto (abitazione o uso) vitalizio ed a tempo determinato – a far data dal 1° gennaio 2014 ATTENZIONE: A seguito […]

Vidimazione libri sociali - notaio Platania - Bergamo

Vidimazione libri sociali

Vidimazione libri sociali Tabelle relative ai costi ed alle procedure di vidimazione La vidimazione libri sociali (e bollatura), è prevista attualmente per i soli libri sociali […]